Vivere e non solo sopravvivere

Cosa vuol dire vivere e non solo sopravvivere, specialmente in circostanze difficili? Essere sotto stress colpisce e riduce la vostra vitalità e il senso di soddisfazione. Fare auto-assistenza significa incrementare la propria resistenza, imparando a ridurre i pensieri negativi, coltivando l’autostima e cercando di inserire nella propria vita qualche attività piacevole. Evitate l’eccessiva autocritica: vi colpevolizzate ogni volta che le cose vanno male e pensate sia merito altrui quando vanno bene? Vi bisbigliate parola di incoraggiamento o aspre critiche? Anche se non lo siete tendenzialmente, situazioni stressanti come quelle che state vivendo possono aumentare il rischio di scivolare verso pensieri negativi. Essi generano ansietà o depressione e riducono le capacità funzionali e le risorse necessarie a risolvere questi problemi.

E’ importante incrementare la propria autostima: possedere autostima significa sapere nel profondo del cuore che siete un essere umano, competente e in grado di essere amato. La mancanza di autostima vi porta a sentirvi indifesi, incerti, isolati ed ansiosi. Passate del tempo con la vostra compagnia preferita, divertitevi, appoggiatevi a chi vi è vicino: gli amici possono essere una buona medicina.

Chi sono coloro che possono darvi una mano? E quale tipo di supporto vi possono dare? Se le risorse su cui potete contare sono scarse considerate la possibilità di coinvolgere altre persone che possano esservi d’aiuto. Possono essere familiari, amici, membri di un gruppo di supporto. I gruppi di supporto rappresentano una zona sicura dove tutti i presenti hanno sperimentato situazioni e sentimenti analoghi. Durante le riunioni potrete incontrare persone con cui dividere sensazioni e scambiare strategie per affrontare le diverse situazioni. E’ ora di ricorrere all’aiuto che un gruppo può fornirvi, ve lo meritate.

I contenuti sono stati tratti dal libro “Guida alla malattia del Parkinson” Associazione Italiana Parkinsoniani – Fondazione Grigioni per il Morbo di Parkinson – World Parkinson Disease Association – Prof. Gianni Pezzoli e Dott.ssa Silvana Tesei, che verrà dato gratuitamente associandosi all’AIP.